top of page
IMG_20201023_104750.jpg

Progetto

Educazione e ambiente sono le nuove emergenze di cui stiamo prendendo consapevolezza. Anche la scuola deve farsi carico del problema e della sfida della sostenibilità. L’obiettivo è cambiare il punto di vista di quanti operano nella scuola, diventare collettori di proposte di modifica degli atteggiamenti di adulti e bambini, insieme.

EDUQA si impegna a sperimentare una nuova strategia educativa: la formazione di una classe docente e di un ambiente educativo in grado di indirizzare tutti verso un futuro sostenibile.

Eduqa

Nuovi Spazi e Nuovo Progetto

FOQUS e “Dalla Parte Dei Bambini” nella terza corte che completava l’antico convento dei Quartieri Spagnoli, nel giardino, in porzioni del primo piano e nell’intero terzo piano, per più di 6.000mq, diventano sede di un nuovo progetto che sviluppa un programma educativo per 500 bambini e ragazzi, dal nido alle scuole secondarie di primo grado, incentrato sul contrasto alla dispersione e all’abbandono,sulla cultura ambientale e lo sviluppo sostenibile.

I Quartieri Spagnoli di Napoli sono una periferia, nel cuore della città storica. Un’area abitata da 27.000 abitanti, una densità abitativa tra le più alte d’Europa. La disponibilità di verde pubblico è la più bassa in Italia. Questa parte di città registra alti tassi di disoccupazione, inoccupazione, criminalità, illegalità.

Qui vive il 10 % dei bambini di tutta Napoli e si registra il più alto rischio di devianza in età precoce e di evasione scolastica in Italia.

Nel 2012, le scuole “Dalla Parte Dei Bambini” accettano di affittare l’edificio alle Ancelle della Carità e nel 2013 danno avvio a FOQUS - Fondazione Quartieri Spagnoli.

Dove siamo?

Nel Cinquecento gli spagnoli invadono Napoli e per ospitare le truppe militari portano l’accampamento nel cuore della città, da quel primo insediamento nascono i Quartieri Spagnoli.

 

Gli spagnoli costruiscono anche un grande monastero: diecimila metri quadrati, divisi in due corti quadrate, con una chiesa e un grande orto laterale, un unicum architettonico di particolare interesse.


Negli ultimi decenni del Novecento, in uno scenario di profondi cambiamenti sociali e culturali, è diventato un vuoto immenso all’interno del fittissimo e densissimo reticolo urbanistico dei Quartieri.


Nel 2012, le scuole “Dalla Parte Dei Bambini” accettano di affittare l’edificio alle Ancelle della Carità e nel 2013 danno avvio a FOQUS - Fondazione Quartieri Spagnoli.

Storia dell'edificio

Nel Cinquecento gli spagnoli invadono Napoli e per ospitare le truppe militari portano l’accampamento nel cuore della città, da quel primo insediamento nascono i Quartieri Spagnoli.

Gli spagnoli costruiscono anche un grande monastero: diecimila metri quadrati, divisi in due corti quadrate, con una chiesa e un grande orto laterale, un unicum architettonico di particolare interesse.
Negli ultimi decenni del Novecento, in uno scenario di profondi cambiamenti sociali e culturali, è diventato un vuoto immenso all’interno del fittissimo e densissimo reticolo urbanistico dei Quartieri.
Nel 2012, le scuole “Dalla Parte Dei Bambini” accettano di affittare l’edificio alle Ancelle della Carità e nel 2013 danno avvio a FOQUS - Fondazione Quartieri Spagnoli.

Riqualificazione e Rifunzionalizzazione dell'edificio

Architettura, restauro, innovazione, arredi.L’edificio è stato progettato e ristrutturato con materiali ecosostenibili e utilizzando soluzioni ad alto efficientamento energetico e antisismico, su progetto di uno staff di progettazione della società “Progetto Upgrade”.


Gli interni e gli spazi educativi seguono un design speciale, con ampie aree di condivisione e possibilità di continua rimodulazione delle aree di lavoro (“lo spazio è il terzo educatore”, disse Loris Malaguzzi).

Lo Spazio è il nuovo Educatore

bottom of page